Ferrara: Un'officina delle armi in casa, sequestrati materiale e 20mila euro

1' di lettura 27/10/2020 - La Squadra della Polizia Amministrativa della Questura di Ferrara, nell’ambito di una attività amministrativa, preventiva e cautelare tesa ad accertare  il possesso dei requisiti richiesti per la detenzione  di armi di soggetti sottoposti a procedimenti penali, su delega della locale Autorità Giudiziaria, ha effettuato un perquisizione locale presso la residenza di un uomo di 60 anni, residente nella provincia di Ferrara, recentemente colpito da un Ordine di Carcerazione nell’ambito di altro procedimento penale.

La perquisizione permetteva di rinvenire e sequestrare armi comuni da sparo e parti di arma detenute illegalmente in quanto mai denunciate all’Autorità di P.S., nonché per aver detenuto quantitativi non consentiti di munizioni uso caccia (2814) e 400 grammi di polvere da sparo.

In particolare venivano rinvenuti un fucile semiautomatico, un fucile doppietta, una carabina ad aria compressa, due canne marca Breda e un caricatore per carabina cal. 22.

Gli agenti accertavano, altresì, che la persona indagata aveva approntato all’interno dell’abitazione una piccola officina meccanica per l’esercizio di una vera e propria attività di riparazioni di armi senza licenza del Questore, rinvenendo varie parti e componenti necessari per la riparazione.

All’interno dell’abitazione venivano recuperati singole mazzette di denaro, per un totale di circa 20.000 euro, in merito alle quali sono in corso accertamenti.

Al termine dell’attività investigativa l’uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per detenzione illegale di armi, munizionamento e polvere da sparo, con sequestro di tutto quanto rinvenuto compresa la somma di denaro.






Questo è un articolo pubblicato il 27-10-2020 alle 16:09 sul giornale del 28 ottobre 2020 - 163 letture

In questo articolo si parla di cronaca, romagna, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzVi